LIMONI E PALMIERI / Alchimie vegetali

Artisti: Giancarlo Limoni, Claudio Palmieri, Titolo: Alchimie vegetali,

A cura di: Claudio Cerritelli

29 Novembre 2007 – 19 Gennaio 2008

La mostra “Alchimie vegetali” è dedicata alle opere di Giancarlo Limoni e Claudio Palmieri, artisti romani che dagli anni Ottanta ad oggi si sono frequentati dialogando sulle diverse intensità del loro linguaggio.

La mostra pone a confronto gli esiti espressivi della pittura di Limoni interamente concentrata sui riflessi luminosi del paesaggio e della sperimentazione di Palmieri come sintesi tra molteplici tecniche e materiali.

Il punto di congiunzione tra le due esperienze creative è la trasformazione del dato naturalistico nella pura emozione cromatica e plastica, nell’impulso vitale dello sguardo che per Limoni comporta una ricerca intorno ai riflessi segreti della luce, mentre in Palmieri riguarda la possibilità di fermare i movimenti della materia tra superficie e ambiente, piano pittorico e sconfinamento spaziale.

Un altro problema espressivo intorno al quale i due artisti si confrontano è il senso dell’immagine come magma, sprofondamento nelle alchimie vegetali di forme e colori che esprimono gli attimi irripetibili dei processi esecutivi.

Gli elementi di rivelazione sono molteplici, Limoni entra nel magma dello spazio, affonda nel fermento luminoso dei giardini, nel fitto intrigo delle siepi, nel denso fluire degli stagni e dei fiori d’acqua.

D’altro lato, Palmieri esplora le profondità emblematiche del magma attraverso densi respiri del colore ma è soprattutto il segno, il filo conduttore che dalle figure della pittura si propaga nello spazio attraverso i flussi avvolgenti della scultura.